lunedì 16 gennaio 2017

Card motivazionale #1

Oggi sono qui per farvi vedere ciò che ho realizzato per la sfida mensile dell'ASI.
Quest'anno il filo conduttore saranno i libri. Dovrete ispirarvi al titolo o alla trama se avete letto il libro.

Per il mese di gennaio Marina ha scelto La fine è il mio inizio di Tiziano Terzani che ha letto e lo consiglia vivamente. Io non ho mai letto nulla finora di questo autore e potrei iniziare proprio con questo libro. 

Mi sono lasciata ispirare dal titolo che mi sembra un bellissimo concetto. Ogni fine segna un inizio e mi è venuto in mente il cerchio come figura geometrica a rappresentare questo concetto.

Ho preso Distress Ink  - Peeled Paint -, pigmenti in polvere, stencil, modeling past e mi sono messa a pasticciare.
Così è nata questa cartolina.




Il mio personale filo conduttore di questo 2017 per le sfide sarà creare una card motivazionale. Un modo diverso di conservare citazioni o belle frasi, che un tempo trascrivevo sulle agente.

Chissà quale sarà la prossima frase ...
Sara


lunedì 9 gennaio 2017

Creare un LO da una shopping bag

Ciao, sono Sara e oggi vi faccio vedere l'ultimo LO che ho realizzato.

Ero un po' in astinenza da LO, troppo tempo che non ne facevo uno. L'occasione si è presentata quando uscita da un negozio di abbigliamento ho avuto in mano una piccola shopping bag in carta con una frase stampata. Mi si è accesa subito la lampadina: è della misura giusta per un LO.
Detto, fatto!


Ho tagliato la frase Put yourself first! e messa in risalto incollando dietro un pezzo di cartone da imballaggio. Per la prima volta nella costruzione di un LO non sono partita da una foto, ma da una frase che condivido pienamente. 
Un po' di washi, qualche stella, qualche abbellimento in legno di Scrapbooking facile.

Ed in poco tempo ho creato questo LO.
Per Natale ho ricevuto la Shape Studio Round della Epiphany Craft e dovevo provarla subito. Quindi con questo nuovo strumento ho messo in evidenza il timbro Oh happy day del set Never say never di Kesi'Art e posizionato al centro della stella.

Noi scrapper non buttiamo via nulla, però mai avrei pensato di usare una borsa di carta...
Voi lo avete mai fatto?
Sara

lunedì 2 gennaio 2017

Scrapbooking facile: Il quaderno dei sogni

Prima di tutto: BUON ANNO!!! Passato bene il Capodanno?
Noi siamo già pronte a ricominciare!

Giorni fa guardavo i meravigliosi prodotti di Scrapbooking facile in cerca di ispirazione.
Ho tolto dalla confezione le ATC e come se fosse un puzzle ho composto il disegno, mentre la mia attenzione era impegnata ad ascoltare una storia raccontata alla radio dalla voce inconfondibile di Carlo Lucarelli. Quindi ero più impegnata ad ascoltare che a vedere. Così mentre accatastavo le ATC una sopra l'altra in rigoroso ordine per metterle all'interno della confezione, ho notato quanto fossero belle se sovrapposte.
Ecco l'idea che stavo cercando, ecco come le avrei usate.



Di combinazioni ne ho trovate tante, ma la parola che mi piaceva tanto era Sogni.
Questa sarebbe stata la copertina di un mini album, davvero mini, considerate le dimensioni.
Mi sono messa all'opera tagliando due strisce di carta pattern di Moda Scrap e piegandole a misura delle ATC.



Per la copertina ed il retro ho passato più volte gesso bianco e poi colorato con i pigmenti di Finnabair. Una volta asciutto ho spruzzato sopra lacca per capelli in modo tale da fissare il colore.
Per la struttura interna ho incollato le pagine una con l'altra e incollato un dorso per nascondere il retro bianco e con lo scotch ho fermato due nastri per chiudere l'album.



Per le decorazioni interne ho inserito foto di fiori scattate in Giappone e un rettangolo di bazzil bianco per scrivere. Visto che nella copertina c'era la parola sogni perché non lasciare spazio all'interno per scrivere i propri sogni?





E voi avete un quaderno dove appuntare i vostri sogni?

A presto
Sara 

giovedì 22 dicembre 2016

Scrapbooking facile: Segnalibro come regalo di Natale

Lo sapete che sono vintage? Non ho ancora ceduto alla comodità di un eBook reader. Ad essere sincera, non so ancora quanto resisterò. Viaggiando questo gadget è certamente più leggero di un libro. Già uno solo.

Se anche voi conoscete persone che prediligono il libro cartaceo a quello digitale: un segnalibro potrebbe essere una buona idea regalo.


È davvero veloce realizzare questi segnalibro.
Ho tagliato un rettangolo da un cartoncino spesso. Potete usare l'ultima pagina di un bloc-notes.
Ho dipinto di bianco lo spessore del cartoncino e incollato carta pattern su entrambi i lati.



Per decorare ho dipinto con acrilico bianco i prodotti di Scrapbooking Facile: sentiment Auguri che potete trovare qui e qui e le palle di Natale del Set Buon Natale. Successivamente li ho distressati con Distress Ink Victorian velvet o Tumbled glass, per dare maggiore profondità.
Inoltre ho usato un punzone enorme per tagliare il fiocco di neve e la fustella Stars per le stelle.
Alla fine ho inserito un rivetto con la mia Crop a dire.



Come colori anche in questo caso ho usato tinte pastello e non i classici colori natalizi. Ora che l'azienda Pantone ha ufficializzato il verde prato come colore 2017, mi rendo conto che il rosa e l'azzurro che hanno tanto condizionato i miei lavori, Natale compreso, sono stati i colori del 2016.
Ora mi chiedo: l'anno prossimo il mio Natale sarà verde?!?


 
Ho consegnato questi segnalibro e sono stati molto apprezzati, poiché alla fine non si hanno mai dei segnalibro sotto mano quando servono.

E voi li usate ancora i segnalibro?

Buone feste
Sara

mercoledì 7 dicembre 2016

Scrapbooking Facile: Bianco Natale

È arrivato il momento di addobbare l'albero. Da tradizione il giorno destinato a tale attività è l'8 dicembre. Di solito a casa mia il Natale arriva prima, l'albero scende dalla soffitta per posizionarsi accanto al divano già a fine novembre. Perché così presto? In questo modo si respira per più tempo l'atmosfera natalizia, altrimenti finisce troppo presto. 

È bellissimo tornare a casa alla sera accendere le lucine dell'albero di Natale e vedere la stanza illuminata grazie ai vari giochi di luce. 
A me infonde un senso di tranquillità e calore.

Ogni anno aggiungo un tocco Handmade al mio albero decorato in rosso e bianco. 
Quest'anno preferisco i colori pastello e le tinte chiare, quindi ho optato per un total white e tralasciare il colore rosso. 


Per realizzare il mio gingillo ho fustellato bazzil bianco con la fustella metallica Circles (Framelits) usandone 3 contemporaneamente. In questo modo ho ottenuto la mia striscia esterna ed il cerchio interno. Ho ripetuto l'operazione due volte. Per decorare la striscia più esterna mi sono avvalsa di un piccolo punzone con cui ho ricavato tanti rametti. Ho incollato solo la base di essi e posizionati in modo tale da formare una corona. Poi ho incollato qualche perlina e ovviamente qualche glitter (ormai lo sapete che non posso più vivere senza).

Per la parte centrale ho colorato con gesso e acrilico bianco una tag del set Chiudipacco Natalizi e coperto con la pasta effetto neve il negativo (in questo caso l'albero). Ho inserito un fiocchetto per coprire il buco del chiudipacco, steso qualche glitter ed il primo lato così è ultimato. 




Per l'altro lato ho embossato a caldo l'altro cerchio con versacolor white e polvere clear un timbro Florileges che simula un corsivo scritto a mano. Poi ho incollato sopra una striscia rotonda della misura del mio cerchio dopo averlo dipinto con acrilico bianco misto a glitter. In questo modo ho creato la cornice per il mio alberello.
Per assemblarlo è stato sufficiente incollare un filo tra i miei due cerchi e poi inserire il tutto all'interno di una palla di plexiglass trasparente. Ancora un fiocco di raso bianco et voilà pronto il mio gingillo.

La foto che ho inserito nella carrellata di scatti in cui si intravede un albero è uno che si trova nella piazza principale della mia città. Dovevo fare un prova, no?




Andate a vedere nello shop i vari set a tema Natale e create i vostri addobbi o regalateli.

PS: una mia amica dopo averli visti me ne ha commissionati due per il suo studio. Li sto realizzando in questi giorni. Ve li farò vedere quanto prima.

presto
Sara